Con il supporto di:

Da giovedì 28 a sabato 30 novembre 2024

Save the Date

Con il supporto di:

Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona, Carlo Ferro (Pres. Ag ICE): “Positivi risultati dell’export dell’agroalimentare, zootecnia anello fondamentale”

Le Fiere Zootecniche di Cremona sono costantemente impegnate a livello internazionale per la promozione all’estero del modello produttivo agroalimentare italiano e delle sue imprese, favorendo il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale”. A dirlo è il Presidente di CremonaFiere Roberto Biloni che aggiunge: “Ringrazio ICE Agenzia per il lavoro che ormai da anni stiamo facendo insieme con una visione del futuro del settore per gli operatori italiani e internazionali che ha portato CremonaFiere a considerare innovazione, internazionalizzazione e network le sue parole d’ordine”. 

Grazie al contributo di Ice quest’anno sono stati coinvolti, 12 Paesi europei, tre paesi del Nord America (Canada, Messico e Stati Uniti ) e due dai paesi asiatici (India e Uzbekistan). CremonaFiere ha organizzato per gli operatori esteri un’attività di matchmaking per farli incontrare con gli espositori della manifestazione in base ai rispettivi interessi, e facilitare in questo modo l’avvio di nuovi contatti commerciali per le aziende.

L’evento  è tre volte importante per ICE Agenzia– dichiara Carlo Ferro, Presidente dell’Agenzia ICE-: 1) Perché occorre non solo promuovere ma anche difendere il Made in Italy. 2) Perché i positivi risultati dell’export dell’agroalimentare, che mettono il settore sul podio dei tre a più rapida crescita, sono il risultato di un’intera filiera in cui la zootecnia è un anello fondamentale. 3) Perché la filiera dell’alimentazione italiana è strettamente connessa con la tradizione, il territorio e la cultura del Paese, e quindi supportare il comparto della zootecnia significa anche prendere una decisa e netta posizione contro il cibo sintetico a favore, invece, di tutta la filiera degli allevatori. E tutto questo come azione di Sistema: imprese, istituzioni, corpi intermedi insieme per promuovere e difendere il Made in Italy, mettendo a fattor comune la capacità di ciascuno a supporto delle imprese e dei territori”.

La fiera zootecnica di Cremona, l’unica in Europa di riferimento per il settore, nell’edizione 2022 ha ospitato visitatori internazionali provenienti da 15 Paesi: Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Romania, Uzbekistan, Slovenia, Spagna, India, Canada, Messico e Stati Uniti, Polonia e Repubblica Ceca. 42 sono invece i marchi internazionali provenienti da 15 Paesi diversi (Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Libano, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna Svizzera, Stati Uniti).